Se non vuoi le crocchette… 3 giorni di digiuno!

Oggi vorrei parlarti di un tema molto diffuso e che mette in difficoltà moltissimi compagni umani di cani: cosa fare se il cane non vuole mangiare le crocchette?

 

Per entrare un po’ più a fondo su un tema che sembra banale (ma che invece racconta molto della nostra relazione con il nostro animale) ti racconto una storia.

 

Da qualche tempo, Athena, una delle mie 3 cagnoline, non vuole più mangiare le crocchette.

Anche se le ha sempre mangiate, ultimamente non ne vuole proprio sapere nulla, lasciando la ciotola mezza piena.

 

Così, vado nel negozio di animali dove abitualmente le compro e gli spiego la situazione, accennando solo al fatto che mi sembra che non le piacciano. 

 

Così, il negoziante mi chiede:

 

“Quanto tempo resta senza mangiare?”

 

Non capisco la domanda, così gli chiedo di spiegarmi.

 

“Si, per quanto tempo la lasci senza mangiare!”

 

Neanche un minuto, gli rispondo.

 

Lui mi apostrofa dicendomi: “Tu dalle sempre la stessa pappa, dopo 3 giorni di digiuno, vedrai come mangia le crocchette!”

 

Se hai avuto un problema simile anche tu, sicuramente qualcuno ti avrà dato questo brillante consiglio.

Facciamo insieme qualche considerazione

CONSIDERAZIONE #1: I GUSTI SON GUSTI

 

Quando ero piccola, mangiavo tutto. Qualunque cosa mi veniva proposta per me era sempre buonissima, per la gioia di mia madre. 

 

Solo una cosa ODIAVO, al punto da preferire il digiuno piuttosto che sentirne anche solo l’odore: I PISELLI!!!

 

Mia mamma ha sempre provato a farmi cambiare idea ma, nonostante 2mila tentativi, ancora oggi non riesco proprio a mangiarli.

 

Non c’è un grande arcano da svelare, semplicemente i gusti non sono uguali per tutti e, per me, i piselli sono disgustosi.

 

Allo stesso modo, i nostri cani possono assolutamente non gradire un certo cibo. Può non incontrare i loro gusti. 

 

Perchè forzarli?

CONSIDERAZIONE #2: ANCORA PIZZA?!?! 

 

Io sono napoletana e, ovviamente, completamente soggiogata dal sapore della pizza. 

La trovo incredibile e ne mangerei a quintali…

 

… o almeno, è quello che credevo.

 

Tempo fa mi sono trasferita all’estero e torno in Campania un paio di volte l’anno.

 

Nel periodo in cui torno, è tutto un tripudio di pizze. Quasi ogni giorni ne mangio una ma, dopo qualche giorno, inizio a essere infastidita anche solo dall’odore.

 

Quando mangiamo sempre la stessa cosa, dopo un po’ non vogliamo più saperne. 

 

Immagina come si sente il tuo cane se, da tutta una vita ( o per lunghi periodi), mangia sempre la stessa cosa, sempre con lo stesso sapore, sempre con la stessa consistenza!!!

 

 

CONSIDERAZIONE #3: I CANI NE SANNO PIU’ DI NOI

 

Quello che non ti ho raccontato di questa storia, è che Athena ha un problema di allergie alimentari. 

 

Da qualche mese ha sviluppato una serie di sintomi che stiamo interpretando e stiamo cercando, per lei, un equilibrio alimentare. 

 

Anche io ho molte intolleranze alimentari e conosco bene il sistema di allarme del mio corpo: se un cibo in quel momento non mi fa bene, anche se mi piace, tendo a rifiutarlo.

 

Questo perchè abbiamo una intelligenza biologica che ci indica la strada per restare in salute.  

 

Questa stessa intelligenza appartiene ai cani, i quali sanno cosa fa loro bene e cosa no (a parte nei casi di disturbi comportamentali, a causa dei quali i cani mangiano cibi che fanno loro male o addirittura oggetti. Qui, alla base , c’è un problema emotivo che va osservato, interpretato e risolto).

CONSIDERAZIONE #4: “L’ASCOLTO” COME GESTO D’AMORE

 

Se un cane cambia comportamento, SEMPRE cerca di dirci qualcosa.

 

E questo non riguarda solo l’alimentazione, ma qualsiasi aspetto della sua vita.

 

Ogni volta che vedi il tuo cane comportarsi in modo anomalo, sappi che dietro c’è  qualcosa che sta cercando di dirti: una emozione che lo agita, un disagio, una preoccupazione, una paura, un desiderio o un bisogno… qualunque cambiamento è una forma di comunicazione, tramite la quale il cane ci sta raccontando di sé.

 

Quindi, se improvvisamente non vuole più mangiare un certo tipo di alimento, cerca di capire cosa vuole davvero dirti!

 

Tutto ciò che ci siamo detti fino ad ora vale per tutti i tipi di cibo: che sia Barf, casalinga, umido, quello che va valutato è il cambiamento comportamentale del cane. 

CONSIDERAZIONE #5: IL MIO CANE RUBA IL CIBO!

 

E’ un classico: siamo a tavola e il nostro cane elemosina cibo. Ci chiama con la zampetta, abbaia, piangiucchia, gira intorno alla tavola, si alza su due zampe… insomma, CI CHIEDE CIBO.

 

Ma perchè i cani fanno così?

Alcuni lo fanno per abitudine, perchè da sempre hanno avuto cibo da tavola per cui sanno che, se si faranno sentire, vinceranno qualcosa di buono. 

 

Altre volte invece, nonostante non sia stata data questa abitudine, chiedono comunque cibo.

 

Come mai?

 

Spesso accade perchè non sono soddisfatti della loro alimentazione.  

 

Il loro olfatto gli permette di figurare nella mente il sapore di quello che stiamo mangiando. Se non sono appagati della loro alimentazione, ogni nostro pasto può essere una tortura.

 

Immagina: tu mangi pane ed acqua ma vivi in una casa dove ogni giorno si sfornano lasagne, pasta di ogni tipo, dolci… Come ti sentiresti?

Cosa fare quando un cane non vuole più mangiare la sua pappa abituale?

In primis, rivolgiti al tuo medico veterinario ed accertati che stia bene, che non ci siano infiammazioni o altre patologie in atto.

 

Spesso i nostri cani soffrono di gastriti, reflussi, acidità o hanno problemi renali o epatici e per questo non vogliono più la solita pappa.

 

Dentro la composizione di quel cibo sentono che c’è qualcosa che non va. 

 

Se puoi, rivolgiti ad un medico veterinario esperto in alimentazione, in modo che possa focalizzare l’attenzione su questo problema (puoi trovare un elenco di professionisti in gamba qui). 

 

Se invece ti rivolgi al tuo medico veterinario, nel caso in cui ti suggerisca di affamarlo ed aspettare che mangi per disperazione, chiedi un altro parere medico.

 

Evidentemente, non è sulla tua stessa lunghezza d’onda rispetto all’idea di CHI sia il cane. 

E se qualcuno ti dice che non mangia per capriccio, beh! Sappi che i cani non fanno capricci: piuttosto comunicano, indicano, spiegano, chiacchierano.

 

Solo che non sempre sappiamo ascoltarli. 

 

Adesso sai cosa fare se il tuo cane rifiuta le crocchette.

 

Puoi anche immaginare come si senta nel mangiare sempre le stesse cose.  Non ti resta quindi che agire!

 

Fammi sapere, nei commenti, se ti sei mai trovato in una situazione del genere e cosa hai fatto!

iscriviti alla

newsletter

No Comments

Post A Comment